Dormire a Bovino, dormire e alloggiare a bovino,  avvolti dalla storia e il centro storico del piccolo e meraviglioso borgo

Il nome “Bovino” deriva dal latino Vibinum, un centro osco-sannitico già sotto il dominio di Roma quando vi si accampòAnnibale, nel 217 a.C., prima della battaglia di Canne. Alcuni sostengono che la battaglia fra Annibale ed i Romani non si svolse a Canne bensì nei pressi di Castelluccio Valmaggiore, nella valle del Celone.

«Egli entrò dai dintorni di Arpi nel territorio degli Irpini … devastando il territorio di Beneventum, la colonia latina all’interno del loro territorio…»

Centro fortificato nell’alto Medioevo, nel 969 fu assediato dal longobardo Pandolfo Testadiferro che lo strappò, così, ai Bizantini con l’aiuto di Ottone I di Sassonia, riportandolo alla sovranità del Ducato di Benevento. Sede vescovile dal 971, fa parte oggi dell’arcidiocesi di Foggia-Bovino. A partire dal XIII secolo la città fu devota alla Vergine, Nostra Signora di Valleverde, apparsa nel 1265 al giovane legnaiuolo Niccolò, e in suo onore fu costruito un santuario. Durante il brigantaggio risorgimentale Bovino fu occupata dalle bande di Carmine Crocco di Rionero in Vulture, con il supporto del suo luogotenente Giuseppe Schiavone diSant’Agata di Puglia.

Powered by Koinè Comunicazione - Photo by Vincenzo Romangnoli

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Accetto acconsenti all’uso dei cookie.